Sniffare e/o vedere esplosivi: arte robotica…

C’è in giro un sacco di gente  che non ha capito quale posta in gioco, serissima, si affacci sullo scenario della Sicurezza dei Trasporti avio-cargo. Il fallimento dell’esplosione della cartucce di stampanti piene di PETN sui cieli di Detroit è avvenuto grazie all’intelligence saudita. Oggi il controllo di esplosivi come il PETN o il TNT stipati  nel cargo aereo (e non solo!) è un lavoro difficilissimo.  Le soluzioni israeliane “chimiche” (tanto vantate dalla IDENTA di Gerusalemme) mi sembrano quanto meno macchinose o comunque difficili da organizzare. Per una volta l’Europa mi sembra più avanti. Nell’ ambito dell’EDA il progetto GUARDED è ben più avanti! La tecnologia che serve negli aeroporti cargo (e quindi in tutti gli aeroporti) – e perchè no, anche nei porti di mare – è quella basata sulla Proton Spectroscopy (PTR-MS), capace di sniffare a distanza e in tempi accettabili anche scarse tracce di esplosivo (invisibile ai raggi X). Grazie al lavoro in GUARDED, alle Università di Innsbruck e Birmingham, la IONICON austriaca ha in mano un potenziale di difesa eccellente ed un mercato davvero enorme. Non a caso, del resto, questo sniffer robotico è basato sulla Intelligent  Data Fusion, che è l’unica seria frontiera tecnologica da sviluppare nel mondo della sensoristica avanzata…

Questa voce è stata pubblicata in innovazione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.